Un articolo sul MAGMA su Archeologia Viva di maggio-giugno.

La rivista Archeologia Viva ha pubblicato un articolo di Tiziano Arrigoni e Silvia Trovato sul Museo Magma di Follonica.

Siderurgia a Follonica. Obiettivo su…
La dinamica cittadina della costa toscana di fronte all’isola d’Elba ospita il Museo delle Arti in Ghisa della Maremma sorto nelle stesse strutture che nei secoli passati furono protagoniste di una storia della siderurgia iniziata con i Medici e proseguita con i Lorena.
Le rosse pareti del Magma Follonica – ovvero Museo delle Arti in Ghisa della Maremma – raccontano una storia antica, legata al ferro, alla sua lavorazione, alle stesse voci degli operai che qui hanno lasciato la loro traccia. L’importanza della siderurgia dell’area di Follonica (in Toscana al centro del golfo omonimo fra Piombino e Grosseto) è dovuta alla vicinanza ai giacimenti di ferro dell’Elba, in passato tra i più importanti del Mediterraneo e d’Europa. La storia di Follonica inizia nel 1578 grazie alla politica siderurgica dei Medici, quando furono creati i due altiforni a sezione quadrata di Follonica e quello della vicina Valpiana. Il nucleo originario si trovava proprio dove ora sono i due edifici del Museo Magma e della Biblioteca Comunale. […]
L’articolo si trova nel volume n. 183 – maggio/giugno 2017 a pp. 60-61.